Come organizzare un viaggio in Thailandia

Thailandia, terra del sorriso e della natura selvaggia, è una delle mete da visitare almeno una volta nella vita perché paese davvero unico ed affascinante. Come organizzare un viaggio in questo paese è semplice, basta conoscere qualche piccolo ma prezioso dettaglio per non incorrere in spiacevoli inconvenienti che porterebbero soltanto a rovinare la vacanza (e non ne vale certo la pena considerato il paradiso che rappresenta!).

Primo elemento da conoscere è il periodo migliore per visitarla. Il clima per organizzare un viaggio è fondamentale, quello thailandese è caratterizzato sempre da temperature che vanno dai 26 ai 34 gradi. Le sue stagioni sono due: quella delle piogge e umida (estiva) che va da maggio a ottobre e quella secca (invernale) che va da novembre ad aprile. I mesi più caldi sono marzo, aprile e maggio. Proprio grazie a questa varietà di clima non c’è un periodo sconsigliato né di conseguenza uno più consigliato per organizzare il viaggio.

Alta cosa da sapere prima di organizzare un viaggio in Thailandia come vestirsi. Leggeri, assolutamente leggeri. Meglio optare per il classico abbigliamento a strati perché è facile passare dal caldo al freddo rapidamente e viceversa. Portate sempre almeno un paio di pantaloni lunghi per visitare i templi dove è vietato entrare con un abbigliamento non idoneo quindi con pantaloni corti e maglie troppo scollate. Da portare in valigia necessariamente anche un cappello per ripararsi dai raggi solari che picchiano, un paio di scarpe comode per le escursioni e una crema solare per non scottarsi anche se non si va in spiaggia.
Per quanto riguarda la sicurezza potete viaggiare tranquilli perché si tratta di uno dei paesi più sicuri. Chiaramente è consigliato non passeggiare di notte da soli in zone lontane dal centro che si conoscono poco, non andare in spiaggia di notte e non portare con se troppo denaro, ma queste sono dritte che valgono per quasi tutti i paesi del mondo (certo, quelli più sicuri, per gli altri le indicazioni sono più restrittive).

In Thailandia ci sono i bancomat quindi è sconsigliato portare dal proprio paese somme ingenti di denaro perché spesso il cambio costa più delle commissioni del prelievo al bancomat.Insomma, meglio evitare semplicemente.

Se si sta programmando un viaggio in Thailandia non si può non segnare i luoghi da visitare assolutamente. Nello specifico si dovranno annotare Bangkok e Ayutthaya, Chiang Mai, Chiang Rai e Wat Rong Khun, l’isola di Phuket e Ko Samui. Inutile dire che è a Bangkok che si troverà più movida, più vita notturna ma anche più gente e turisti nelle ore diurne oltre che maggiore innovazione e novità. Del resto non è un segreto che la capitale del paese sia da sempre considerata una delle città più innovative e intriganti di tutta l’Asia. Per questo merita sicuramente del tempo in più rispetto agli altri luoghi comunque affascinanti e da non perdere. Bangkok resta nel cuore di chiunque la visiti per un motivo o per l’altro.

Filed in: Viaggi

Leave a Reply

Submit Comment

© 2017 Blackr. All rights reserved. XHTML / CSS Valid.
Proudly designed by Theme Junkie.